formazione sull'archeologia sperimentale

16 ottobre 2019
con Nico Aldegani, archeologo

Cos’è l’archeologia sperimentale?

Negli ultimi decenni si sta diffondendo in Italia l’interesse per l’archeologia sperimentale, una branca dell’archeologia che indaga le tecniche di costruzione degli strumenti utilizzati dall’uomo nel passato e tenta di ricostruire concretamente tali strumenti nelle stesse condizioni. L’archeologia sperimentale spazia dalla preparazione dei cibi alla riproduzione dei metalli, dall’utilizzo della selce a quella del legno, dell’uso della pelle a quello della lana. Può essere molto utile nell’insegnamento, perché permette di toccare con mano i materiali e di spiegare concretamente come vivevano e pensavano gli uomini nella preistoria. E’ un approccio che piace molto ai bambini, ma che incuriosisce e affascina anche gli adulti.
L’archeologo sperimentale Nico Aldegani spiegherà le esperienze da lui stesso raccolte in questo ambito e proporrà delle dimostrazioni pratiche, durante le quali gli insegnanti potranno sperimentare loro stessi alcune tecniche.

Destinatari: per docenti delle scuole di ogni ordine e grado
Periodo: mercoledì 16 ottobre 2019
Durata: un pomeriggio (3 ore) – ore 15.00-18.00
Luogo: Museo Archeologico dell’Alto Adige, Bolzano
Relatore: Nico Aldegani, archeologo

Iscrizioni ed informazioni presso il Museo Archeologico dell’Alto Adige: T 0471 320 100, [email protected]

Show Buttons
Hide Buttons